Guida alla scelta dei serramenti in pvc

PROFILI IN CLASSE A:
elemento essenziale nella scelta di un serramento in pvc è il profilo di cui è composto.
Esistono classificazioni di qualità dei profili che ne attestano le performance.
I profili in classe A si differenziano da altri più economici perchè devono avere le pareti esterne non inferiori a 3mm e le camere interne non inferiori a 5mm. Questa particolarità assicura maggiore stabilità al serramento e un miglior isolamento termoacustico. Infatti utilizzando profili veka in classe A si possono realizzare serramenti con altezze notevoli (senza dover ricorrere a sopraluce o sezioni maggiorate) garantendo funzionalità e stabilità negli anni al serramento. Chiedete profili in classe A.

 

 

COESTRUSIONE PER PELLICOLATI:
se state per acquistare  finestre in pvc con finitura finto legno, assicuratevi che sotto la pellicola di  rivestimento ci sia una estrusione di colore uguale o simile al colore della pellicola, altrimenti un urto meccanico, o un graffio involontario potrebbero portare in vista il colore del pvc sotto la pellicola, spesso bianco. Moltissimi produttori per limitare il magazzino e contenere i costi offrono serramenti in pasta bianca pellicolati con finiture finto legno.

 

 

GUARNIZIONI INFILATE:
per contenere i costi produttivi molti profili in pvc hanno le guarnizioni saldate al telaio o all'anta.
L'utilizzo di questa tecnologia è molto rischioso per la durata del serramento infatti nelle giunzioni degli angoli la guarnizione non è continua e crea già una possibile infiltrazione dell’acqua anche nel breve periodo (cosa peggiore se la guarnizione deperisce o si rompe non c'è possibilità di sostituirla in quanto è fusa sul profilo).